Sansonetti: imprenditore del garantismo

Ma di Sansonetti, che evidentemente indugia nella separazione degli individui in figli e figliastri, ricordo due cose: 1. la scelta di non pubblicare le chat relative allo scandalo più grave della storia della Repubblica Italiana; 2. la scelta di affrontare sulle colonne del Riformista i problemi emersi dalla pubblicazione di quelle stesse chat sul quotidiano La Verità. Da qui l'amarissima constatazione che il Direttore del Riformista, più che garantista, è un imprenditore del garantismo.

Alla c.a. di Andrea Cuzzocrea, Mimmo Gangemi, Gioacchino Criaco, Ilario Ammendolia, Gianpaolo Catanzariti, Rosy Canale, Pierpaolo Zavettieri Rosario Vladimir Condarcuri che ringrazio tutti per la vicinanza

La morte dell’avv. Ebru Timtik, dopo una detenzione di due anni nelle carceri turche ed uno sciopero della fame di otto mesi circa, stimola una sola riflessione, al di là della esecrazione che si impone verso la selvaggia repressione esercitata nei confronti di chi si batte in difesa dei diritti fondamentali dell’individuo. Oggi si punta da più parti l’indice all’indirizzo di chi ha accusato l’avvocatessa turca di far parte di una organizzazione terroristica in un processo grottesco, ma nessuno sembra accorgersi di quanto accade in Italia agli avvocati, anche se una significativa eccezione sembra riguardare i soli penalisti che in passato sono stati anche parlamentari della Repubblica Italiana.

Con il massimo rispetto per l’avv. Veneto e per l’avv. Pirelli, intendo esprimere la mia grande amarezza per il silenziatore del giornale di Sansonetti sulla vicenda di mio fratello. Carlo Maria Romeo, penalista del foro di Torino, dopo 18 mesi di custodia cautelare in carcere si è visto riconoscere dal GUP che lo ha giudicato con rito abbreviato (cioè con le “prove” dei Pubblici Ministeri) la insussistenza del concorso esterno e delle contestate aggravanti agevolatrici della ndrangheta. È superfluo che io mi soffermi sul fatto che le porte del carcere si sono spalancate per mio fratello solo a causa di quelle contestazioni che un Giudice ha ritenuto insussistenti in fatto.

Ma di Sansonetti, che evidentemente indugia nella separazione degli individui in figli e figliastri, ricordo due cose: 1. la scelta di non pubblicare le chat relative allo scandalo più grave della storia della Repubblica Italiana; 2. la scelta di affrontare sulle colonne del Riformista i problemi emersi dalla pubblicazione di quelle stesse chat sul quotidiano La Verità. Da qui l’amarissima constatazione che il Direttore del Riformista, più che garantista, è un imprenditore del garantismo.

Saluto ciascuno di voi con stima profonda.

Condividi:

Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on linkedin

Social Media

Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.

Post correlati

Calabresi vermi, disse il magistrato…

E mentre gratteri completava le lunghe liste dei maxi arresti, Lupacchini chiamava VERMI i calabresi. Oggi molti calabresi sono in quella pagina Facebook a fare esclusivamente da comparsa, da numero: “perché io sono io, e voi non siete un cazzo…