Adesso parla TU

Calabresi vermi, disse il magistrato…

E mentre gratteri completava le lunghe liste dei maxi arresti, Lupacchini chiamava VERMI i calabresi. Oggi molti calabresi sono in quella pagina Facebook a fare esclusivamente da comparsa, da numero: “perché io sono io, e voi non siete un cazzo…

Continua a leggere »
Adesso parla TU

‘Na vota si futti a vecchia

A Reggio Calabria si dice “na vota si futti a vecchia”, e ciò sta a significare che sul ballottaggio di domenica e lunedì prossimi il Popolo Reggino saprà pronunciarsi sull’operato di chi può vantare solo disastri.
Ad esempio: l’annientamento dell’Aeroporto; la perenne crisi idrica in città, anche nelle zone del centro storico; la passeggiata di topi che sembrano capretti lungo il Corso Garibaldi; la torbida vicenda Miramare che vede protagonisti l’uscente Sindaco e gli assessori che si è scelto; la Carta di Pisa che è rimasta carta straccia dopo essere stata presentata come la Legge delle XII Tavole; l’esponenziale deficit delle casse comunali; la catastrofica situazione dei rifiuti; l’annientamento del Lido Comunale, una cloaca maxima che oggi è pure l’indegno complemento dell’antistante Opera di Tresoldi.

Continua a leggere »
Adesso parla TU

La Costituzione limita il potere e il potere limita la Costituzione

A nessuno sembra interessare delle migliaia di aste immobiliari e della svendita di patrimoni e di aziende che finiscono sempre più spesso nelle mani degli investitori finanziari internazionali come Soros e Sasson. Figuriamoci se poi qualcuno avesse la forza o il coraggio di contrastare quelle famose confische Antimafia che hanno raso al suolo l’economia della Sicilia e della Calabria, dove dopo molti anni di processi ed opposizioni in tribunale si viene a scoprire che 90% delle confische sono basate su sospetti infondati, e che non e’ previsto il ristoro dei danni per l’abuso.

Continua a leggere »
Adesso parla TU

La bassa macelleria di Facebook

Un festival di insulti di bassa macelleria, a cui i Lupacchini rispondevano, ma non per smorzare i toni, ma cercando esclusivamente di screditare la mia persona per alleggerire il carico della mia critica nei loro confronti.

Continua a leggere »
Adesso parla TU

La sconfitta delle donne

In questa tornata elettorale, non hanno perso le donne Angela, Maria Laura, Alessandra,​ […], ma il sogno di emancipazione che da personale dovrebbe diventare globale, per una città maglia nera sotto ogni aspetto.
La delusione che molte di noi​ vivono​ in queste ore non riguarda solo la sconfitta delle paladine imperfette, ma il presagio di aver spalancato le porte di Palazzo San Giorgio alla misoginia.

Continua a leggere »
Adesso parla TU

La mafiosità del potere giudiziario

Quando parlo di giustizia mafiosa non intendo sola la gestione violenta, prepotente e fuori dalle regole che è il tratto identificativo di alcuni magistrati, gratteri in primis. Ma intendo anche quella giurisprudenza messa al servizio dei mafiosi attraverso la corruzione amorale di alcuni giudici.

Continua a leggere »
Adesso parla TU

Influencer? No, procuratore della repubblica

Vuoi fare l’attore, non fare il procuratore. Vuoi fare il blogger, l’infuencer come la Ferragni, non fare il magistrato. Vuoi fare il politico: ti dimetti da magistrato e fai quello che ti pare… Alle virtù dei giuristi come integrità, lealtà, imparzialità e alto senso della giustizia, si sono aggiunti protagonismo, presenzialismo, delirio di onnipotenza, scienza e conoscenza innata.

Continua a leggere »
Adesso parla TU

gratteri: i monaci tibetani che mangiano senza fare molliche!

Quindi la condotta dei politici va corretta, e su questo possiamo anche dargli atto: ma il magistrato politicizzato che fa??? Continua a dare la caccia ai politici di opposizione che non si sono convertiti alla castità e alla carità tibetana???? Perché un magistrato politicizzato segue un’agenda politica ed ha un solo obiettivo: “fottere il nemico”.

Continua a leggere »
Adesso parla TU

Elezioni Reggio Calabria: quando vedi il tuo paese distrutto e continui a sostenere i responsabili o sei complice o sei stupido

qualora fosse riconfermato sindaco di Reggio Calabria come si comporterebbe di fronte all’eventualità di una sua condanna in primo grado per il processo Miramare? Si dimetterebbe come fece in segno di rispetto per le istituzioni che rappresentava Giuseppe Scopelliti (imputato dei suoi stessi reati) o impugnerebbe la sospensione conseguenti all’applicazione della legge Severino?

Continua a leggere »
Adesso parla TU

Rinascita Scott: sgretolata dalla Cassazione

gratteri promuove questa banda di disadattati senza grandi sforzi, laureandoli a boss di spessore: divenendo, contestualmente, lui stesso il più grande produttore di ndrangheta della storia della malavita calabrese. Gli arresti di massa non sono solamente una pantomima spettacolare, ma rappresentano la sopravvivenza delle stirpi mafiose, che significa principalmente il perdurare garantito del ricco sistema di contrasto.

Continua a leggere »